testata inforMARE

20 novembre 2017 10.32 GMT+1

Sommario Lettera-notiziario 2013, n. 2
ORDINI MONDIALI 2010 - 2Q2013






Trend ordini

  • Nel corso del primo semestre 2013 la domanda di nuove costruzioni a livello mondiale si è attestata intorno ai 21,2 milioni di tonnellate di stazza lorda compensata (Tslc) contro gli 11 milioni di Tslc ordinati nello stesso periodo dell'anno precedente.

    Un sensibile incremento, quindi, da imputare in larga misura ad una maggiore vivacità del comparto delle navi standard dove si è registrato un montante di ordini nei primi sei mesi superiore a quello dell'intero 2012, anche il comparto high tech è cresciuto rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente, ma ad un ritmo meno sostenuto.

  • Navi standard: gli ordini di navi da trasporto standard si sono attestati su 12,3 milioni Tslc (58% del totale) ed hanno riguardato per il 51% bulk carriers (6,3 mil. Tslc) e per il 31% navi portacontainers (3,8 mil. Tslc)

  • Navi high tech: nel comparto high-tech gli ordinativi sono stati pari a 8,5 milioni di Tslc (40% del totale). Oltre un terzo delle commesse è legato al comparto offshore (3,2 mil. Tslc), seguito da LNG/LPG (2,7 mil. Tslc) e chimichiere (1,8 mil. Tslc).

  • Navi da crociera: nel corso del primo trimestre del 2013 sono stati perfezionati ordini per circa 400.000 Tslc pari a 3 nuove unità (vedi Tav. 4).

Fonte : Lloyd’s – Fairplay, elaborazioni Fincantieri



Trend per area

  • Europa: quota di mercato al 5% grazie al perfezionamento di ordini per navi da crociera, produzione core dei grandi cantieri europei. La quota del 4% nell'high-tech riguarda l'acquisizione di offshore support vessels (OSV), barche da lavoro (pescherecci, rimorchiatori) e qualche ferry di piccola dimensione.

  • Giappone: quota complessiva pari al 15%. Buono il livello di acquisizioni nello standard e pari al 21%, costituite soprattutto da commesse di bulk carriers e general cargo. La presenza nell'high tech è stabile e pari all'8%, grazie a ordini di LPG e unità da lavoro.

  • Corea: quota di mercato pari al 34%. I cantieri coreani hanno ottenuto la metà degli ordinativi di navi complesse in particolare chimichiere e LNG / LPG. Nel segmento standard la Corea ha ottenuto il 28% degli ordini, grazie anch'essa ad acquisizioni di bulkers e navi container di medio-grande dimensione (superiori ai 9.000 TEU).

  • Cina: acquisizioni pari al 36% del totale e superiori alla Corea grazie alla forte presenza nel comparto standard dove detiene la leadership. Buona la quota del 28% nell'high-tech, in linea con quella del 2012, attraverso commesse di offshore support vessels, piattaforme di perforazione fisse e LPG.

  • Resto del Mondo: quota del 10%, maggiore nell'high-tech (15%) rispetto alle produzioni standard (8%).

Fonte : Lloyd’s – Fairplay, elaborazioni Fincantieri



Sommario Lettera-notiziario 2013, n. 2
Ultimo numero - Archivio



via al Ponte Reale 1/41 16124 Genova (I)
tel.: 010.2462122 fax: 010.2516768
e-mail