testata inforMARE

23 giugno 2018 06.34 GMT+2
 


10 aprile 2018   

Il cantiere navale giapponese Fukuoka Shipbuilding ha acquisito oltre il 90% del capitale della connazionale Usuki Shipyard

Entrambe le aziende sono specializzate nella costruzione di navi chimichiere

La società navalmeccanica giapponese Fukuoka Shipbuilding Co. ha annunciato di aver acquisito oltre il 90% del capitale sociale della connazionale Usuki Shipyard Co., che gestisce un cantiere navale a Usuki, nella prefettura di Oita, e dà lavoro ad oltre 500 persone.

Motivando la decisione di ottenere il controllo della società di Usuki, Fukuoka Shipbuilding ha spiegato che negli ultimi anni, oltre alle normative ambientali che riguardano le navi come quelle sulla limitazione delle emissioni, e alle incertezze che caratterizzano l'economia mondiale, il contesto in cui opera l'industria della cantieristica navale è diventato più difficile, con un'intensificazione della concorrenza da parte sia dei cantieri nazionali che di quelli esteri. Fukuoka Shipbuilding, ricordando che l'azienda così come la Usuki Shipyard è specializzata nella costruzione di navi chimichiere, ha evidenziato che la combinazione delle due società permetterà un rafforzamento della loro forza commerciale e consentirà l'attuazione di sinergie, ad esempio nel campo della progettazione così come in quello dell'acquisizione dei materiali.

Fukuoka Shipbuilding, che ha cantieri a Fukuoka e Nagasaki e dà lavoro complessivamente a 800 persone, ha specificato che Usuki Shipyard manterrà la propria ragione sociale e che non ci saranno mutamenti nell'organico della società, sia tra i dirigenti che tra i dipendenti.




 
 


Cerca altre notizie su




 
 



Indice notizie
Archivio notizie


Piazza Matteotti 1/3 16123 Genova (I)
tel.: 010.2462122 fax: 010.2516768
e-mail