testata inforMARE Industry & Shipbuilding Review


Latest


Fincantieri Marine Group ha ottenuto due contratti dall'US Navy
VARD ha reso nota la cancellazione di un contratto di costruzione navale con la Rem Offshore

Mols-Linien ordina due traghetti a Rauma Marine Constructions e Austal
Prima commessa di costruzione navale alla nuova società di Rauma

Marco Dogliani è stato nominato nuovo direttore tecnico di SEA Europe
Lavorerà su questioni tecniche e ambientali presso istituzioni internazionali ed europee

Ad Austal ordini per la costruzione di tre traghetti veloci
Un'unità è stata commissionata dalla sudcoreana Seaspovill Co., due dalla filippina Supercat Fast Ferry Corporation

Fincantieri sigla un accordo con la compagnia petrolifera russa Rosneft
Joint venture per la progettazione di una nuova tipologia di nave che verrà costruita presso il cluster cantieristico di Zvezda

Joint venture Austal - Jianglong Shipbuilding per la progettazione e costruzione di traghetti veloci in Cina
Le navi saranno destinate al mercato cinese

Il gruppo navalmeccanico sudcoreano DSME annuncia un nuovo piano di riduzione dei costi
Decisa tra l'altro una riduzione fino al 20% dell'importo degli stipendi e un'ulteriore diminuzione del numero dei top manager

STX Offshore & Shipbuilding ha richiesto l'accesso alla procedura di amministrazione controllata
La società starebbe valutando la possibile cessazione dell'attività nei propri cantieri navali

I creditori di STX Offshore & Shipbuilding Co. gettano la spugna
L'azienda navalmeccanica sarà posta sotto amministrazione controllata

STX France venderà il cantiere navale di Lanester alla Kership
La transazione sarà portata a termine in autunno


More Articles

News File
Search


Press Review

FORUM
of Shipping and Logistics


Shipbuilding and Shiprepairing Yards

Ship Suppliers

Links


Genting progetta un polo di costruzioni di navi da crociera di eccellenza sotto il nuovo marchio MV Werften

Previsto un investimento di 100 milioni di euro

I tre cantieri navali di Wismar, Warnemünde (Rostock) e Stralsund acquisiti all'inizio di quest'anno dal gruppo Genting Hong Kong ( del 3 marzo 2016) saranno riuniti sotto l'unica ragione sociale MV Werften, saranno posti sotto la guida della sede di Wismar e concentreranno la propria attività nella costruzione di grandi navi. Invece Lloyd Werft, l'altro cantiere tedesco del gruppo di cui Genting Hong Kong ha completato l'acquisizione all'inizio di quest'anno ( del 18 settembre e 24 novembre 2015, 5 gennaio 2016), accentrerà l'attività sulla riparazione, conversione e costruzione di mega yacht.

Annunciando questo progetto di organizzazione delle attività navalmeccaniche in Germania, il presidente e amministratore delegato del gruppo Genting, Tan Sri KT Lim, ha specificato che saranno investiti 100 milioni di euro per fare degli stabilimenti MV Werften tra i cantieri per la costruzione di navi da crociera più moderni ed efficienti al mondo.

Ricordiamo che Genting Hong Kong opera nel settore crocieristico con le compagnie di navigazione Star Cruises, Dream Cruises e Crystal Cruises.

La prima produzione di MV Werften, destinata alle compagnie crocieristiche del gruppo, sarà ultimata il prossimo anno e sarà la prima di quattro navi da crociera fluviali di lusso per Crystal Cruises, seguita nel 2018 dalla consegna della prima di una serie di yacht per spedizioni polari di 20.000 tonnellate di stazza lorda di classe “Crystal Endeavor” e nel 2019 e 2020 da due navi da crociera di 201.000 tonnellate di stazza lorda per Star Cruises ( dell'11 maggio 2016).

Il gruppo Genting ha specificato che nei prossimi anni la capacità produttiva di MV Werften sarà pari a due navi da crociera neo-Panamax di oltre 200.000 tonnellate di stazza lorda e ad una nave da crociera Panamax all'anno. «Noi - ha sottolineato Jarmo Laakso, l'amministratore delegato di MV Werften che vanta una lunga esperienza nel settore delle navi da crociera avendo lavorato dal 1998 al 2004 per l'azienda navalmeccanica tedesca Meyer Werft e dal 2005 al 2015 per la compagnia crocieristica statunitense Royal Caribbean International - ci avvarremo della forza dei 1.400 dipendenti di MV Werften. Abbiamo assunto e stiamo ancora assumendo - ha precisato - altro personale con esperienza nel campo della costruzione di navi da crociera che, con l'attuale forza lavoro, farà di MV Werften uno dei più efficienti e innovativi costruttori di navi da crociera in Europa». (...)




Joint venture Fincantieri - CSSC per la progettazione e costruzione di navi da crociera destinate al mercato cinese e asiatico

L'accordo è stato siglato oggi a Shanghai. La nuova nave “MSC Seaview” che il gruppo navalmeccanico italiano consegnerà a MSC Crociere avrà home port a Genova

Fincantieri ha consolidato la propria collaborazione con China State Shipbuilding Corporation (CSSC), il maggiore conglomerato cantieristico navale della Cina con cui il gruppo navalmeccanico italiano e il gruppo crocieristico statunitense Carnival Corporation hanno concordato una strategia per lo sviluppo dell'industria crocieristica in Cina ( ISR del 16 ottobre 2014), sottoscrivendo un accordo per la costituzione di una joint venture finalizzata a questo scopo. La firma è avvenuta oggi a Shanghai tra l'amministratore delegato di Fincantieri, Giuseppe Bono, il presidente di CSSC, Wu Qiang, e il presidente di CSSC Cruise Technology Development e del cantiere Shanghai Waigaoqiao Shipbuilding (SWS), Wang Qi.

L'accordo odierno prevede che la joint venture sviluppi e venda navi da crociera destinate esclusivamente e appositamente personalizzate per il mercato cinese e asiatico. Tali navi saranno realizzate presso uno dei cantieri di CSSC, il sito di SWS, sulla base di una piattaforma tecnologica concessa in licenza alla stessa joint venture e al cantiere di SWS da Fincantieri, che quindi opererà, sempre attraverso la joint venture, per fornire le attività di sua competenza. L'intesa prevede inoltre che Fincantieri fornisca alla joint venture e al cantiere di SWS servizi di consulenza specifici e alcuni componenti chiave delle navi.

Alla cerimonia di oggi a Shanghai sono intervenuti l'ambasciatore d'Italia in Cina, Ettore Sequi, il console generale d'Italia a Shanghai, Stefano Beltrame, il vice ministro dell'Industria e information technology cinese, Xin Guobin, il vicesindaco di Shanghai, Zhao Wen, in rappresentanza del gruppo Carnival il chief operations officer di Carnival Asia, Michael Ungerer, oltre a numerose autorità del governo cinese e della municipalità di Shanghai.

Ricordando che, secondo il Ministero dei Trasporti di Pechino, il mercato crocieristico cinese ha registrato una significativa espansione negli ultimi anni raggiungendo un milione di passeggeri nel 2015 e che le potenzialità di crescita sono stimate in 4,5 milioni di passeggeri nel 2020, che potrebbero portare tale mercato ad essere il secondo al mondo dopo quello americano, e in 8-10 milioni nel 2030, con una crescita annua a due cifre che porterebbe il mercato cinese a diventare il primo in assoluto, l'amministratore delegato di Fincantieri, Giuseppe Bono, ha sottolineato che «questo nuovo accordo rileva una volta di più il primato delle competenze tecniche e tecnologiche di Fincantieri, e - ha aggiunto - ci pone al centro di un progetto senza eguali al mondo che è promosso direttamente dal governo cinese attraverso un programma molto ambizioso».

«Ci siamo attrezzati per affrontare i nuovi scenari internazionali e oggi - ha proseguito Bono - veniamo prescelti come il partner cantieristico dello sviluppo della crocieristica di un Paese che guarda con grande determinazione a questa industria. Anche la presenza del nostro principale cliente Carnival, che acquisterà le navi oggetto degli accordi, è di fondamentale importanza per il successo del progetto. Oltre che una vittoria e uno sprone per il futuro a lavorare ancora più intensamente, questo risultato ribadisce la capacità del gruppo di cogliere per primo le opportunità ad alto potenziale strategico e quindi il ruolo di leader a livello globale in tutti i settori in cui opera».

In merito ai cantieri navali italiani del gruppo Fincantieri, Bono ha ricordato che «hanno assicurato il lavoro mediamente per i prossimi dieci anni, e che dall'accordo - ha precisato - potranno derivare ulteriori benefici relativi sia alla componentistica che all'ingegneria, entrambe di assoluto livello».

«La firma di questo accordo con Fincantieri, gruppo navalmeccanico leader internazionale di settore - ha commentato il presidente di CSSC, Wu Qiang - è un'altra pietra miliare non solo per CSSC, ma per la storia della crocieristica cinese, per il suo sviluppo, e per la cooperazione nell'ambito della cantieristica tra Italia e Cina. L'unione delle forze rinvigorirà ulteriormente la rapida crescita del mercato cruise cinese e di quello asiatico-pacifico. Siamo ansiosi di lavorare insieme a Fincantieri, Carnival, CIC (China Investment Corporation) e gli altri partner strategici per riuscire a costruire e consegnare la prima nave da crociera di grandi dimensioni della Cina».

Intanto è stato annunciato oggi che la seconda delle navi di generazione “Seaside” che Fincantieri sta costruendo presso lo stabilimento di Monfalcone per la compagnia crocieristica MSC Crociere e che entrerà in servizio tra quasi due anni si chiamerà MSC Seaview e trascorrerà la stagione inaugurale nel Mediterraneo occidentale con home port nella città di Genova, da cui salperà per il suo viaggio inaugurale il 10 giugno 2018.

«La nostra compagnia - ha spiegato l'amministratore delegato di MSC Crociere, Gianni Onorato - ha una tradizione che affonda le radici nel Mediterraneo ed è quindi naturale che MSC Seaview, la nostra terza nave smart di ultima generazione che entrerà in servizio a giugno 2018, venga dislocata in quest'area ricca di storia e cultura. I crocieristi possono ora programmare le loro vacanze a bordo di una delle navi più innovative del settore e godere di tutto quello che questa regione, sempre molto apprezzata, ha da offrire». (...)


   




Piazza Matteotti 1/3
16123 Genoa (I)
phone: +39.010.2462122
fax: +39.010.2516768
e-mail