testata inforMARE Industry & Shipbuilding Review


Latest


Wärtsilä ha sviluppato un sistema per assistere le navi in fase di manovra
Consente di visualizzare la prevista futura posizione e direzione dell'unità

Centro di ricerca del gruppo Rolls-Royce in Finlandia per le navi a controllo remoto
Sostegno finanziario della Finnish Funding Agency for Innovation

I gruppi navalmeccanici italiani Fincantieri e Ferretti siglano un accordo di collaborazione
Interesserà i settori civili e militari, sia nazionali che internazionali

Un altro cantiere navale polacco sta per essere acquisito dall'industria pubblica PGZ
Sua è la sola offerta per comprare Naval Shipyard

A luglio Mitsubishi Heavy Industries potrebbe attuare lo scorporo della divisione navalmeccanica
Il gruppo giapponese ha chiuso i primi nove mesi dell'esercizio fiscale 2016 con una perdita netta di -11,2 miliardi di yen

Lo scorso anno Hyundai Heavy Industries ha registrato una flessione del -37,1% dei nuovi ordini
Nel segmento delle costruzioni navali il calo è stato del 35,2%

Il cantiere navale polacco SSN è stato venduto al fondo MARS FIZ che fa capo all'industria pubblica PGZ
È stato ceduto per circa 23 milioni di euro

Alleanza in Germania nel segmento delle riparazioni navali
È stata costituita dai cantieri German Dry Docks, BREDO e Mützelfeldwerft

Viking Line ordinerà la costruzione di un traghetto alla Xiamen Shipbuilding Industry Co.
Siglata una lettera d'intenti che include un'opzione per una seconda nave

Accordo di collaborazione Wuchang Shipbuilding - ABB
È incentrato in particolare sulla realizzazione di navi con un minore impatto ambientale


More Articles

News File
Search


Press Review

FORUM
of Shipping and Logistics


Shipbuilding and Shiprepairing Yards

Ship Suppliers

Links


Rolls-Royce sigla accordi con MacGregor e Stena Line per sviluppare sistemi di automazione per la conduzione e la gestione delle navi

Attività di ricerca incentrate sulle portacontainer e sull'“ambiente nave”

Il gruppo Rolls-Royce ha siglato accordi con la MacGregor e con la Stena Line con l'obiettivo di sviluppare sistemi di automazione per la conduzione e la gestione delle navi. Con la MacGregor, che fa parte del gruppo finlandese Cargotec specializzato nella realizzazione di attrezzature, gru e sistemi di movimentazione per il settore portuale e navale, il gruppo britannico ha sottoscritto un memorandum of understanding per collaborare alla ricerca e allo sviluppo di sistemi di navigazione e di carico per portacontainer autonome, ovvero navi senza equipaggio e a gestione remota.

Il gruppo Rolls-Royce, attivo da tempo in questo specifico settore, ha annunciato nei giorni scorsi che entro quest'anno istituirà in Finlandia un centro di ricerca per le navi a controllo remoto ( ISR del 10 marzo 2017). «Rolls-Royce - ha confermato Asbjørn Skaro, direttore Digital and systems del gruppo britannico - sta sperimentando navi autonome e a controllo remoto e ritiene che tali navi possano essere utilizzate commercialmente entro la fine del decennio e che possano essere impiegate usualmente sugli oceani entro il 2030. Per cogliere appieno tutti i benefici di tale cambiamento, molte attività che oggi sono realizzate manualmente dovranno essere effettuate automaticamente. Questa ricerca ci aiuterà a cercare di capire come ciò possa essere fatto».

«Nei settori in cui operiamo - ha evidenziato Pasi Lehtonen - vice presidente senior Strategy, business and marketing di MacGregor - rileviamo molti inutili sprechi sotto forma di inefficienza, danni al carico e condizioni di lavoro sottoposte a costante pericolo. Il nostro obiettivo è di ridurre al minimo questi sprechi, e questa collaborazione sull'autonomia delle navi portacontenitori è un buon esempio di come leader in questo campo possano lavorare assieme per trasformare il settore».

L'accordo firmato da Rolls-Royce con la svedese Stena Line, che opera una flotta di circa 35 navi fra traghetti e unità ro-ro, prevede che le due aziende collaborino allo sviluppo di un sistema informativo che offra all'equipaggio ulteriori dati sulla nave al fine di rendere la navigazione più semplice, sicura ed efficiente.

Harry Robertsson, direttore tecnico di Stena Teknin, filiale del gruppo Stena specializzata nello sviluppo di tecnologie navali, ha sottolineato che «Stena Teknik svolge continuamente attività di ricerca e sviluppo nel settore navale e - ha aggiunto - questo progetto ci offre l'opportunità di scoprire come le nuove tecnologie possano essere integrate con i sistemi di cui già disponiamo a bordo delle navi e possano fornire una visione più completa dell'“ambiente nave” in maniera più accessibile e comprensibile. Ciò offrirà ai nostri equipaggi uno strumento decisionale avanzato aumentando la sicurezza delle nostre navi». (...)




Il gruppo navalmeccanico russo USC e la cinese ZPMC siglano un accordo di collaborazione

Previsto l'insediamento in Russia di uno stabilimento di produzione di attrezzature per il settore navale

Ieri a Mosca il gruppo navalmeccanico russo United Shipbuilding Corporation (USC) ha sottoscritto un memorandum of understanding con la Shanghai Zhenhua Heavy Industry Co. (ZPMC), l'azienda cinese che è uno dei leader mondiali nella produzione di gru portuali e di mezzi e strutture per l'industria offshore ed eolica, che prevede la cooperazione dei due gruppi nel settore delle costruzioni navali e delle attrezzature per il trasporto marittimo.

In particolare, USC e ZPMC prevedono l'insediamento in Russia di uno stabilimento di produzione di attrezzature per il settore navale per la costruzione di gru galleggianti, di navi posa-tubi e posa-cavi, di navi per il trasporto di carichi eccezionali e di navi di supporto per l'industria offshore.

Le due parti hanno stabilito di istituire un gruppo di lavoro e di definire una tabella di marcia per l'esecuzione dell'accordo. (...)


   




Piazza Matteotti 1/3
16123 Genoa (I)
phone: +39.010.2462122
fax: +39.010.2516768
e-mail