testata inforMARE Industry & Shipbuilding Review


Neueste Nachrichten


Mitsubishi Heavy Industries stringe un'alleanza con Oshima Shipbuilding
Sarà focalizzata sul segmento delle navi commerciali

Accordo tra Fincantieri, CSSC e distretto di Baoshan per creare un parco industriale per il settore crocieristico in Cina
Sarà dedicato anche, più in generale, alle attività cantieristiche e marittime

I cantieri navali tedeschi chiedono norme chiare per competere con l'indebolita ma sempre temibile concorrenza asiatica
Lüken: gli sforzi per introdurre le norme antidumping e antisovvenzioni non hanno ancora avuto successo

In tre anni il consorzio One Sea completerà il suo sistema di navi a controllo remoto
Sottolineata la necessità che le normative sul trasporto marittimo mantengano il passo delle tecnologie

Keppel O&M venderà il suo cantiere navale di Rotterdam al gruppo Damen
Si occupa della costruzione, riparazione e conversione sia di navi che di impianti offshore

Kawasaki Heavy Industries ridimensiona drasticamente le attività di costruzione di navi mercantili in Giappone
Parte del business sarà trasferito in Cina alle partecipate DACKS e NACKS

Accordo MHI, Imabari Shipbuilding e Namura Shipbuilding per collaborare nel segmento delle navi commerciali
Proseguono le trattative per includere la Oshima Shipbuilding Co. nel patto d'alleanza

Rolls-Royce sigla accordi con MacGregor e Stena Line per sviluppare sistemi di automazione per la conduzione e la gestione delle navi
Attività di ricerca incentrate sulle portacontainer e sull'“ambiente nave”

Il gruppo navalmeccanico russo USC e la cinese ZPMC siglano un accordo di collaborazione
Previsto l'insediamento in Russia di uno stabilimento di produzione di attrezzature per il settore navale


Andere Nachrichten

Archiv
Search


Nachrichten-überblick

FORUM
über Shipping und Logistik


Werften

Bordbedarflieferanten

Links


MV Werften investe 80 milioni di euro per costruire un nuovo capannone nel cantiere navale di Rostock

La nuova struttura sarà lunga 385 metri, larga 99 metri ed alta fino a 24 metri

La società navalmeccanica tedesca MV Werften del gruppo Genting di Hong Kong ha iniziato la costruzione di un nuovo capannone presso il proprio cantiere navale di Rostock che, comportando lavori per circa 80 milioni di euro - ha sottolineato l'azienda - costituisce l'investimento più rilevante effettuato nella regione negli ultimi decenni.

La nuova struttura sarà lunga 385 metri, larga 99 metri ed alta fino a 24 metri. Il capannone sarà completato nell'estate del 2018 e verrà utilizzato per la produzione di 80 sezioni delle nuove navi da crociera della classe “Global” ordinate per il marchio crocieristico Star Cruises del gruppo Genting Hong Kong ( dell'11 maggio 2016).

«Con queste nuove strutture - ha sottolineato l'amministratore delegato di MV Werften, Holger Tepper - accresceremo notevolmente la capacità di realizzazione di prefabbricati in acciaio e quindi anche la nostra produttività. Circa 200 dipendenti lavoreranno nella nuova struttura». Tepper ha ricordato che il nuovo investimento fa parte di un programma di investimenti nello stabilimento cantieristico di Rostock del valore di oltre 100 milioni di dollari che nel medio termine consentirà di raddoppiare il numero di dipendenti del cantiere portandolo a mille persone. (...)




La sudcoreana DSME starebbe per vendere il cantiere navale rumeno DMHI all'olandese Damen

Lo stabilimento è stato inaugurato nel 1997, ha costruito 127 navi e ne ha riparato più di 300

Il gruppo navalmeccanico sudcoreano Daewoo Shipbuilding & Marine Engineering Co. (DSME) starebbe per cedere il cantiere navale rumeno Daewoo-Mangalia Heavy Industries (DMHI) al gruppo navalmeccanico olandese Damen. Lo ha reso noto il quotidiano sudcoreano “Korea Economic Daily” spiegando che le trattative per la vendita sarebbero giunte alla fase finale.

DSME ha la proprietà del 51% del capitale di DMHI, mentre il restante 49% è detenuto dal governo della Romania. Il cantiere navale rumeno, che è situato sul Mar Nero, a 45 chilometri a sud di Costanza, è stato inaugurato nel 1997 e sinora ha costruito 127 navi, principalmente petroliere e portacontainer, ed ha effettuato inoltre interventi di riparazione su oltre 300 navi. (...)




Kjersti Kleven è stata eletta presidente di SEA Europe

È presidente e comproprietaria dell'azienda cantieristica norvegese Kleven Maritime

Kjersti Kleven, presidente e comproprietaria dell'azienda cantieristica norvegese Kleven Maritime, è il nuovo presidente di SEA Europe, l'associazione delle aziende navalmeccaniche europee. Kleven, che ricoprirà la carica per due anni con inizio da sabato scorso, è stata letta nei giorni scorsi dall'assemblea generale dell'associazione riunitasi a Vigo, in Spagna.

La norvegese Kjersti Kleven ha fatto parte per sette anni del consiglio direttivo della Norwegian Association of Maritime Industries ricoprendo anche la carica di presidente dell'associazione; inoltre, prima di essere eletta presidente di SEA Europe, era uno dei vice presidenti dell'associazione europea.

«I cantieri navali e i produttori di attrezzature marittime europei - ha sottolineato Kjersti Kleven in occasione della sua elezione - sono formati da 300 stabilimenti e da più di 22.000 aziende di tutte le dimensioni che producono attrezzature. Assieme danno lavoro ad oltre 900.000 persone in Europa. Ma, cosa altrettanto importante, sono i prodotti che questo settore costruisce e realizza: navi molto complesse di ogni tipologia dotate di attrezzature sofisticate che contribuiscono a far sì che l'industria rispetti i più elevati standard nel campo della sicurezza e dell'ambiente. Ciò rende il nostro settore molto importante economicamente e strategicamente per l'Europa, per la sua economia e per i suoi cittadini. I prossimi due anni - ha evidenziato - saranno cruciali per il nostro settore, per sapere se continueremo ad essere competitivi, se saremo in grado di far fronte alle nostre sfide e se saremo in grado di cogliere appieno il potenziale delle prossime opportunità. Io - ha concluso Kjersti Kleven - intendo cooperare strettamente con i responsabili decisionali dell'Unione Europea e con le parti interessate affinché l'industria europea delle tecnologie marittime affronti le proprie sfide».

Oltre a nominare Kleven presidente, l'assemblea di SEA Europe ha nominato quali vice presidenti dell'associazione Bernard Meyer (Meyer Werft), Kjeld Dittmann (Wärtsilä Lyngsø Marine), Hervé Guillou (Naval Group), Kees-Jan Mes (Pon Equipment e Pon Power), Dirk Lehmann (Becker Marine Systems) e Juan Luis Sánchez (Astander). (...)


   




Piazza Matteotti 1/3
16123 Genua (I)
tel.: +39.010.2462122
fax: +39.010.2516768
e-mail